Come operare

Home/Come operare

1 – Conoscersi

Al momento della richiesta di iscrizione come P.IVA, un nostro Consulente verrà a trovarti per conoscere lo “stato dell’arte” dell’attività e le vostre necessità;   questo per modulare, insieme a voi, il rapporto e, quindi, il livello di Crediti e la dotazione di Buoni Circolari con cui iniziare gli scambi con gli altri Aderenti, anche privati o cod. fiscali, che possono iscriversi online.

Ogni imprenditore sa, meglio di chiunque altro, come sia la fiducia il vero cardine dei rapporti di scambio, condizione invero imprescindibile.

2 – Sviluppare il piano personale

Assieme al tuo Consulente analizzerai i tuoi costi aziendali e le possibilità di lavoro ed investimento, in base alle opportunità presenti e future nella Rete. E’ importante realizzare le vendite in relazione agli acquisti possibili; l’aspetto più importante è infatti quello di avere la disponibilità dei Crediti necessari a coprire le spese che usualmente faresti in moneta contante. Più che massimizzare le vendite è importante ottimizzare i flussi di cassa.

Anche i dipendenti ed i privati possono vedere cosa acquistare e vendere nel circuito.

3 – ProMuoversi!

Gli appuntamenti di incontro tra le aziende ed eventi rivolti al pubblico sono organizzati periodicamente, come la partecipazione a manifestazioni a nome della Rete, importanti per la crescita dell’intero progetto. Solo la tua partecipazione può garantirti di ottenere il miglior risultato.

La newsletter della Rete è il modo migliore per formulare offerte, descrivere la tua attività, promuovere i tuoi servizi, renderti visibile a quanti più clienti possibile. Uno strumento agile e e gratuito per far conoscere la tua impresa e trovare nuove relazioni, oltre a prodotti e servizi.

Anche i privati possono usufruire dei canali informativi della Rete, per scambi fra privati e con aziende.

4 – Acquistare e vendere

Comprando e vendendo, le imprese Aderenti hanno l’opportunità di incrementare il fatturato che, altrimenti, non verrebbe generato; parimenti, spendendo quanto incassato all’interno della Rete e destinando parte dei crediti incassati verso i dipendenti, riducono parte dei propri costi e incrementano il potere di acquisto dei lavoratori.

Non solo risparmio di liquidità in Euro, quindi, ma conversione di situazioni problematiche (invenduto di magazzino, forza lavoro sotto impiegata) in opportunità di crescita e lavoro.

I privati possono parimenti scambiare beni e servizi, fra di loro o con aziende, senza (o con poca) necessità di Euro.

5 – Partecipare e crescere

Al crescere della Rete, estendendosi a nuove imprese, e cittadini, crescono i benefici per tutti gli Aderenti, ed a cascata, sul territorio: per questo puntiamo ad un obiettivo di densità locale, dove le relazioni fisiche, de visu, sono importanti occasioni di scambi, confronto, forieri di vantaggiose collaborazioni così come di relazioni umane.

Sono il fondamento di un progetto socio-economico come la Rete di Mutuo Credito.